Il Lardo Colonnata

Il lardo di Colonnata è uno dei salumi più famosi d’Italia

L’elemento caratteristico del lardo di Colonnata è la particolare forma di lavorazione e conservazione del lardo, stagionato in conche di marmo

La zona di produzione del “Lardo di Colonnata” è rappresentata esclusivamente da Colonnata, frazione montano-collinare del Comune di Carrara, provincia di Massa Carrara604

Il Lardo di Colonnata è ottenuto dai tagli di carne corrispondenti allo strato adiposo

che ricopre il dorso dalla regione occipitale fino alle natiche e che lateralmente arriva fino alla pancetta

Gli ingredienti  sono: sale marino naturale, pepe nero macinato, rosmarino fresco, aglio sbucciato e spezzettato grossolanamente.

La lavorazione del lardo di Colonnata è stagionale, si svolge da settembre a maggio, compresi, di ogni anno.

Il lardo deve essere lavorato fresco, entro 72 ore dalla macellazione: viene rifilato, massaggiato con sale e collocato nelle apposite vasche di marmo, localmente denominate conche, preventivamente strofinate con aglio, alternando strati di lardo con gli altri ingredienti fino al riempimento del recipiente; quindi la conca viene coperta.

Le conche sono contenitori di marmo bianco a forma di vasca.

Il lardo deve stagionare nelle conmarmo-e-aromi-i-sgreti-di-colonnat.asp19867img1che per un periodo non inferiore ai sei mesi, in locali poco areati e privi di qualsiasi condizionamento forzato.

Il lardo di Colonnata può essere consumato a fette sottili su pane abbrustolito, sul quale si scioglie ad opera del calore della fetta di pane; ma anche sulle verdure grigliate. Volendo si può aggiungere una goccia di miele per creare un piacevole contrasto dolce-salato.

Buon Appetito

NP

Annunci

A walk in the kingdom of wine

Is Monday after Easter and as tradition says it’s time to an excursion with friends.

So along with Giulia, Erika and Gabriele decided to go to visit the wineries Antinori in Bargino in the heart of Chianti.

The cellars areCantina-Antinori-facciata-esterna located inside of a hill or as they say in Tuscany of a Poggio.

The environment is very modern but very well inserted between the scenarios of the place.

Upon our arrival we are greeted by Guendalina, who today will be our guide in this place really spectacular.

Guendalina invites us to follow and while opens a huge door that mark the entrance to the main winery.

Inside hundreds of casks and barriques sorted in various modern rooms with distinctive traditions of the place as the terracotta floors, the Tuscan mandolate253255_377148139061039_1105580525_n

After completing the guidance of all environments Guendalina brings us into a room made entirely of glass overlooking the cellar where the center is a long wooden table. We have around the table and begin tasting wines that have made the Antinori family famous all over the world.

The bouquet of fragrances, flavors and aromas of this nectar left in me a wonderful memory of this great experience.

Dear Greetings

NP

A Spasso nel Regno del Vino

E’ Lunedi ed è Pasquetta, tradizione vuole che si faccia una gita insieme agli amici.

Cosi insieme a Giulia, Erika e Gabriele decidiamo di andare a visitare le cantine Antinori a Bargino nel cuore del Chianti fiorentino.

Cantina-Antinori-facciata-esternaLe cantine si trovano all’interno di una collina o come si dice in Toscana di un poggio.

L’ambiente si presenta molto moderno ma assolutamente ben inserito tra gli scenari del luogo.

Al nostro arrivo veniamo accolti da Guendalina, che per oggi sarà la nostra guida in questo luogo davvero spettacolare.

Guendalina ci invita a seguirla e nel mentre spalanca un’enorme porta che segnano l’entrata della cantina vera e propria.

All’interno centinaia di botti e barriques allineati nelle varie stanze moderne con tratti distintivi della tradizione del luogo come i pavimenti in cotto, le mandolate toscane.

253255_377148139061039_1105580525_nDopo aver completato la guida di tutti gli ambienti Guendalina ci porta in una stanza completamente di vetro affacciata nella cantina dove al  centro si trova un lungo tavolo in legno, Ci disponiamo intorno al tavolo ed iniziamo la degustazione dei vini che hanno reso la famiglia Antinori famosa in tutto il mondo. I profumi dei bouquet, i sapori e gli aromi di questo nettare hanno lasciato in me uno splendido ricordo di questa bella visita.

Cari Saluti

NP

Pasta hand made

it is time that I wanted to do a cooking class, because my culinary skills are very bad.

I was looking for something very easy and does not require commitment or regular meetings, in short, just once to try.

while I was looking where to make the course, I read in the various internet sites that in Tavarnelle Val di Pesa there is  a shop of handmade pasta that organizes half-day courses where you learn hopasta-per-cannelloniw to make fresh pasta.

I decide to make an appointment and to try this experience.

The meeting is set for 10 am with Mrs. Wilma, owner of the shop

After a brief introduction to the methods to achieve the pasta, Wilma, invites us to put ourselves at work; We wear apron and hair net and start; pour the flour, water, a little salt, eggs and a lot of strength to knead.

After mixing all dedicate ourselves to roll out the dough and to make the Tagliatelle. I must admit that my technique still needs improvement, but I’m trying.pasta-fresca

After prepared pasta,Wilma also taught us a great condiment made from tomatoes, basil, olive oil, salt and pepper as simple as perfect.

Time to cook the pasta and dress. we are all at the table to taste our creations.

Satisfied and even a little proud homecoming to repeat what they have learned to the whole family

Warm Greetings

NP

Al corso di Pasta Fresca

E’ da tempo che volevo fare un corso di cucina,visto che le mie abilità culinarie sono pessaime.

Stavo cercando qualcosa di molto facile e che non richiedesse impegno od incontri abituali, insomma giusto una volta per provare.

Nel ricercare dove poter effettuare il corso leggo tra i vari siti internet che nel paese di Tavarnelle Val di Pesa è presente una bottega di pasta artigianale che organizza corsi di mezza giornata dove imparare a realizzare al meglio la pasta fresca.

Decido di prendere un appuntamento e di provare questa esperienza.

L’incontro è fissato per le 10 di mattina con la Signora Wilma, titolare della bottega.

Dopo una breve introduzione ai metodi per realizzare la pasta,Wilma, ci invita a metterci a lavoro; Indossiamo grembiule e retina per capelli e si parte, versiamo la farina, l’acqua un po’ di sale, le pasta-per-cannelloniuova e tanto olio do gomito per impastare il tutto.

Dopo aver impastato il tutto ci dedichiamo a stendere l’impasto ed a realizzare le tagliatelle. Devo ammettere che la mia tecnica necessita ancora di miglioramenti, però ci sto provando.

Dopo aver preparato la pasta, Wilma ci ha insegnato anche un ottimo condimento a base di pomodoro, basilicopasta-fresca, olio di oliva, sale e pepe tanto semplice quanto perfetto.

Il tempo di cuocere la pasta e condirla ci troviamo tutti i partecipanti a tavola ad assaggiare le nostre creazioni.

Soddisfatto e anche un po’ fiero ritorno a casa per riproporre quanto appreso a tutta la famiglia

Cari Saluti

NP

Ritrovo di famiglia con Bistecca

E’ passato un po’ di tempo che non trascorrevo un pranzo o una cena insieme ai miei genitori e questo per noi italiani è quasi imperdonabile, cosi per ritrovarsi e per stare insieme abbiamo deciso andare a mangiare una bella Bistecca alla Fiorentina.

Avevo 2 giorni per cercare un posto carino ma soprattutto che facesse la bistecca nella giusta maniera.

Ho chiesto ad un paio di amici se avessero suggerimenti a riguardo e la loro risposta è stata unanime nel suggerirmi una piccola trattoria: LA BARACCHINA.

Così ho prenotato e oggi siamo stati a pranzo.

Questa trattoria si trova nel paese di San Casciano in Val di Pesa nthe-insideell’area del Chianti Fiorentino.

e più precisamente in località S.Andrea in Percussina.

Al mio arrivo rimango subito incantato alla vista del posto; si tratta di una piccola trattoria confinante con un bosco davvero molto rustica ma al tempo stesso curata e pulita. Continua a leggere

A Sunday afternoon in Oltrarno

Taking advantage of a half day of free time by the various commitments and the beautiful sunny day today in Florence, I decided to do a nice walk to the city center.

I take my jacket, my red backpack and I depart destination: Oltrarno district

The Oltrarno  is located in the historic center of Florence on the left bank of the river Arno.

Walk along Via Romana that part homonymous port, one of the ancient entrances to the city at the time of the walls.

In just a few minutes I am in Piazza Pitti where stands the famous palace truly majestic in its architecture once the Palace of the Grand Duchy of Tuscany.

But this is not my goal for today, I continue to walk in continuing in an alley on the left called Sdrucciolo de’ Pitti and go straight arrive in one of my favorite squares: Piazza Santo Spirito.

Tmercatino_santospiritohe square is very austere surrounded by historical buildings and dominated by the simple but impressive facade of the homonymous church.

This Square is a venue much appreciated by the Florentines where is posssible read a good book or meet with friends, perhaps with a good coffee enjoying its tranquility.

But not today! In fact it is the second Sunday of the Month, and as tradition held the historic antique market. Dozens of stalls set around the square display and sell antiques and local handicrafts. Continua a leggere